01.07.2014 - COMMENTI VITTORIA TROFEO PINOCCHIO 2014 | Ultime Notizie | FITARCO Comitato Regione Veneto - Arcieri del Veneto - CONI
 
IN EVIDENZA
E-mail
Password
vai 
Ultime Notizie > 01.07.2014 - COMMENTI VITTORIA TROFEO PINOCCHIO 2014

Pubblichiamo le impressioni ricevute dai partecipanti alla manifestazione che ha visto il Veneto vincente salire sul gradino più alto del podio.

 

Grandissima emozione, sebbene già sapessi che la Nostra squadra era quella da battere, e vedessi crescere il nostro vantaggio volée dopo volée, dopo la delusione dello scorso anno, la felicità' e' esplosa solo dopo l'ultima freccia. Un'emozione enorme , coronamento del lavoro di un anno con i ragazzi e i miei colleghi tecnici della Regione. Il Leone ha ruggito a Fossano.... Adesso lo faremo ruggire ancora tra 15 giorni.....Francesco Mellinato

 

Sono passati tanti anni da quando ho iniziato ad accompagnare le Squadre Regionali nelle Varie trasferte che si sono succedute, oggi sotto parecchie gocce di pioggia , il mio viso si è Bagnato di qualche lacrima. È stata un'emozione grande ed è stato bellissimo. Grazie a tutti coloro che si sono adoperati per questo grande successo sportivo.Marina Argenti

 

Per noi è stata la prima esperienza. Marco si porta a casa un pò di delusione per il suo risultato personale ma, più importante la consapevolezza che il contributo di tutti fa vincere la squadra. E sentirsi parte di qualcosa vale molto di più che essere grandi da soli. A noi genitori rimane un esperienza bellissima: tra il gruppo c'e stata subito accoglienza, simpatia, solidarietà. Bravissimi a tutti voi che seguite questi ragazzi con passione, responsabilità e allegria. Famiglia Zaghis

 

Lo abbiamo rincorso per anni... l'anno scorso lo abbiamo sfiorato, lo abbiamo perso anche se già l'anno scorso eravamo più forti. Abbiamo lavorato, abbiamo imparato dagli errori (anche dell'anno scorso) e non abbiamo lasciato nulla al caso. Siamo arrivati pronti e anche se la "dea bendata" ha provato a farci lo sgambetto tentando di mettere KO Pierpaolo eravamo veramente preparati anche a questa evenienza e non si poteva perdere.

In campo c'erano 12 atleti seri, motivati, carichi e convinti (i nostri) e poi gli altri che hanno fatto un'altra gara tale era la differenza palpabile non solo nei punti, facili da leggere, ma nel modo di stare in campo.Gli altri se ne sono accorti subito... dopo 64 frecce il tecnico della Lombardia mi ha detto "OK, oggi ci sono 20 regioni che gareggiano per il secondo posto... non c'è storia, ma lo sapevamo già che quest'anno non potevamo contare sulla fortuna come l'anno scorso"

I ragazzi hanno tirato sicuri e sereni, straordinari... hanno rispettato al 100%  tutti gli altri bravissimi ragazzi Veneti che per pochi punti non erano a Fossano... come hanno detto i nostri avversari che ci studiano "voi a casa avete un'altra squadra che potrebbe essere qui e vincere": è vero!!! . Lo dobbiamo a tutte le società del Veneto che con serietà e grande professionalità sviluppano e lavorano sul settore giovanile, dedicando tempo e risorse a creare il futuro del Tiro con l'Arco.

Tra 15 giorni ci aspetta la Coppa delle Regioni; anche a Baselga di Pinè ci aspettano tutti e ci guardano come una squadra "da battere", quest'anno il settore giovanile peserà di più nella classifica finale e noi, anche se paghiamo un tributo alle squadre nazionali, sappiamo di avere i numeri per dire la nostra da protagonisti. Ci siamo preparati bene, adesso se la fortuna un po' ci assistere, come a Fossano andiamo a raccogliere il frutto del lavoro che tutti assieme facciamo con grande passione. Piero Covre

 

Il Veneto ha una grande squadra di arcieri. Ci hanno regalato moltissime emozioni durante la gara. Per me è stata una occasione magnifica, Durante la gara affiancando i ragazzi, vivevo le loro tensioni ed emozioni dovute alla importanza della competizione. Mi sono seduta solamente dopo la premiazione. Ricordavo a loro che erano i Leoni del Veneto e dovevano ruggire per far sentire a tutti la loro grandiosità. Sono stati davvero tutti grandissimi campioni!!! Carla Pravato