09.01.2014 - Buone Notizie per gli Arcieri del Piave | Ultime Notizie | FITARCO Comitato Regione Veneto - Arcieri del Veneto - CONI
 
IN EVIDENZA
E-mail
Password
vai 
Ultime Notizie > 09.01.2014 - Buone Notizie per gli Arcieri del Piave
 

Buone notizie per gli Arcieri del Piave, il lavoro di squadra premia sempre avendo poi un Oscar in più.....
Allego l'articolo di Alessia Forzin pubblicato sul Corriere delle Alpi.



Aldo Andriolo

6 gennaio 12.24.05


Campo di tiro con l’arco si farà il centro servizi
Limana, stanziati dalla giunta regionale 50 mila euro, lavori al via a febbraio Il campione Oscar De Pellegrin: «L’obiettivo è terminare l’opera entro l’estate»
LIMANA. Gli arcieri del Piave hanno già un bel campo di tiro con l'arco, che hanno sistemato a loro spese creando anche le corsie per i disabili. Ora avranno anche una sede nella casetta che sorgerà grazie al contributo della Regione.
Dopo mesi di promesse ieri è arrivata la conferma: la giunta, su proposta dell’assessore all’edilizia sportiva Massimo Giorgetti, ha stanziato 50 mila euro per costruire un piccolo centro servizi a disposizione dei frequentatori del campo.
Per il consigliere regionale Dario Bond, che ha seguito la partita fin dall’inizio, è il «coronamento di un lungo percorso di sport e solidarietà». I lavori inizieranno in febbraio e il campo sarà completato per la primavera-estate. A quel punto sarà la prima struttura del genere in provincia e una delle prime in Veneto in termini di accessibilità. Una bella soddisfazione per la compagnia, che da un paio d'anni lavora alla sistemazione del campo, e per il campione paralimpico Oscar De Pellegrin, che vestiva la divisa del Piave prima di ritirarsi dall'attività.
«La notizia del contributo arriva nel momento migliore possibile», spiega De Pellegrin. «A metà novembre abbiamo ottenuto dal Comune il permesso a costruire. Inizieremo i lavori non appena possibile, con ogni probabilità entro febbraio. L’obiettivo è terminare l’opera già per la primavera-estate». I lavori, spiega sempre De Pellegrin, saranno svolti per lo più in economia in modo da contenere i costi e consisteranno nella realizzazione di uno spogliatoio e di una sala polivalente.
L’impegno a sostenere la riqualificazione dell’area è arrivato a luglio a Venezia quando a De Pellegrin venne consegnato un riconoscimento dall’assessore Giorgetti e dai consiglieri Bond e Piergiorgio Cortelazzo. «Il nuovo campo di tiro di Limana diventerà una struttura di riferimento anche per gli atleti da fuori provincia e sarà particolarmente adatto ai portatori di disabilità, un valore aggiunto», rimarca Bond. De Pellegrin ringrazia Giorgetti, Bond e il Comune: «La risposta è arrivata velocemente. È da tempo che la nostra associazione sognava questo spazio e ora riusciremo a completare quello che era il nostro sogno». E che è stato portato avanti dagli arcieri della compagnia, che nel 2011 hanno avviato i primi lavori. Il campo è stato ruotato per non tirare più contro sole, è stato messo a livello il terreno e sono stati rimossi alcuni alberi. Fatta la recinzione sono state posate le corsie piastrellate per consentire ai disabili e a chi ha problemi di mobilità di raggiungere i paglioni senza fatica. Mancava solo la casetta, che diventerà anche la sede della compagnia».
Alessia Forzin
Foto: Buone notizie per gli Arcieri del Piave, il lavoro di squadra premia sempre avendo poi un Oscar in più..... Allego l'articolo di Alessia Forzin pubblicato sul Corriere delle Alpi. Campo di tiro con l’arco si farà il centro servizi Limana, stanziati dalla giunta regionale 50 mila euro, lavori al via a febbraio Il campione Oscar De Pellegrin: «L’obiettivo è terminare l’opera entro l’estate» LIMANA. Gli arcieri del Piave hanno già un bel campo di tiro con l'arco, che hanno sistemato a loro spese creando anche le corsie per i disabili. Ora avranno anche una sede nella casetta che sorgerà grazie al contributo della Regione. Dopo mesi di promesse ieri è arrivata la conferma: la giunta, su proposta dell’assessore all’edilizia sportiva Massimo Giorgetti, ha stanziato 50 mila euro per costruire un piccolo centro servizi a disposizione dei frequentatori del campo. Per il consigliere regionale Dario Bond, che ha seguito la partita fin dall’inizio, è il «coronamento di un lungo percorso di sport e solidarietà». I lavori inizieranno in febbraio e il campo sarà completato per la primavera-estate. A quel punto sarà la prima struttura del genere in provincia e una delle prime in Veneto in termini di accessibilità. Una bella soddisfazione per la compagnia, che da un paio d'anni lavora alla sistemazione del campo, e per il campione paralimpico Oscar De Pellegrin, che vestiva la divisa del Piave prima di ritirarsi dall'attività. «La notizia del contributo arriva nel momento migliore possibile», spiega De Pellegrin. «A metà novembre abbiamo ottenuto dal Comune il permesso a costruire. Inizieremo i lavori non appena possibile, con ogni probabilità entro febbraio. L’obiettivo è terminare l’opera già per la primavera-estate». I lavori, spiega sempre De Pellegrin, saranno svolti per lo più in economia in modo da contenere i costi e consisteranno nella realizzazione di uno spogliatoio e di una sala polivalente. L’impegno a sostenere la riqualificazione dell’area è arrivato a luglio a Venezia quando a De Pellegrin venne consegnato un riconoscimento dall’assessore Giorgetti e dai consiglieri Bond e Piergiorgio Cortelazzo. «Il nuovo campo di tiro di Limana diventerà una struttura di riferimento anche per gli atleti da fuori provincia e sarà particolarmente adatto ai portatori di disabilità, un valore aggiunto», rimarca Bond. De Pellegrin ringrazia Giorgetti, Bond e il Comune: «La risposta è arrivata velocemente. È da tempo che la nostra associazione sognava questo spazio e ora riusciremo a completare quello che era il nostro sogno». E che è stato portato avanti dagli arcieri della compagnia, che nel 2011 hanno avviato i primi lavori. Il campo è stato ruotato per non tirare più contro sole, è stato messo a livello il terreno e sono stati rimossi alcuni alberi. Fatta la recinzione sono state posate le corsie piastrellate per consentire ai disabili e a chi ha problemi di mobilità di raggiungere i paglioni senza fatica. Mancava solo la casetta, che diventerà anche la sede della compagnia». Alessia Forzin