10.10.2011 - FORMAZIONE Un momento di confronto tra tecnici | Ultime Notizie | FITARCO Comitato Regione Veneto - Arcieri del Veneto - CONI
 
IN EVIDENZA
E-mail
Password
vai 
Ultime Notizie > 10.10.2011 - FORMAZIONE Un momento di confronto tra tecnici

In relazione al "seminario" programmato per domenica 23 ottobre,

la Commissione Tecnica intende precisare a tutti i Tecnici interessati

i contenuti che in esso verranno trattati .

La presentazione dello stesso come seminario potrebbe generare l'idea che

i Tecnici Regionali, forti dei risultati ottenuti dagli Atleti della Squadra Regionale nel 2011,

si sentano tutto ad un tratto "docenti".

Ciò non è vero e la necessità di organizzare questo incontro nasce proprio da questa consapevolezza;

infatti il vero vantaggio e valore aggiunto che i Tecnici Regionali possono fornire,

nasce dall'opportunità che questi hanno di entrare in contatto con Atleti provenienti

da varie Società e di rimando conoscere i modi di operare dei loro Tecnici impegnati

nel fronte della formazione giovanile (ma non solo), quest'ultimi i veri

fautori della crescita tecnica e di risultati registrata nell'ultimo periodo.

Avere la possibilità di raccogliere e catalogare i dati frutto del lavoro di più Allenatori,

valutarne i risultati ma anche raccogliere dagli Atleti informazioni , spesso confidenze,

su ciò che a loro avviso  "manca", su quello che loro vorrebbero avere da questo sport

ma a volte non trovano, ha spinto i Tecnici Regionali a raccogliere ed ordinare tutte queste informazioni

e a volerli quindi presentare per stimolare l'analisi ed il confronto sugli argomenti

che qui di seguito vi anticipiamo:

1. Ragazzi, tecnici e genitori, punti di vista.

2. Il tecnico chi è, cosa vuole e quali sono i suoi ambiti

3. Il ragazzo, peculiarità, abilità e necessità

4. Il corso base

5. L'avviamento all'agonismo

6. L'allenamento e programmazione

7. Tecnica: l'allungo

8. Il materiale

9. Le gare

Siamo fiduciosi che questa opportunità di incontrarsi con spirito rinnovato e collaborativo

possa essere stimolante per affrontare con informazioni "diverse" se non nuove,

 il confronto con ragazzi e famiglie al passo con  tempi, giustamente esigenti

sotto il profilo del coinvolgimento e della professionalità.